• Ricordo a tutti che per richiedere i libri dovete andare quì: richieste libri

Saghe

Elisa75💋

Lettore Importante
Perfetto.
Ogni personaggio è composto da statistiche, e precisamente:
FORZA, DESTREZZA, COSTITUZIONE, INTELLIGENZA, SAGGEZZA, CARISMA.
Per determinare queste caratteristiche si tirano 4 dadi da 6 (abbreviato 4d6), scarti il valore più basso e assegni il risultato ottenuto alla voce che desideri. Per praticità ti metto io dei valori:
FORZA 16 (+3)
DESTREZZA 16 (+3)
COSTITUZIONE 12 (+1)
INTELLIGENZA 13 (+1)
SAGGEZZA 9 (-1)
CARISMA 15 (+2)

Queste sono le caratteristiche di base del tuo pg. I numeri tra parentesi indicano il bonus o il malus che devi aggiungere o sottrarre al tiro di dado per determinare il risultato delle azioni.
La tua elfa è equipaggiata con una spada lunga (che fa 1 dado da 8 di danno) e uno scudo di legno (che aggiunge 2 punti alla tua classe di armatura, la tua difesa) che porta la tua difesa ad un punteggio di 6.

Poi ci sono altri valori, ma adesso ti faccio le cose semplici per non complicare il discorso.
Scegli un nome al tuo personaggio e iniziamo.
La parte in italico è narrata dal master (o narratore), quella normale è la descrizione di ciò che i personaggi vedono.

"Clifton Caldwell, un mercante del luogo, ha recentemente comprato un piccolo castello da qualche tempo disabitato, a pochi chilometri di distanza dalla città. Clifton comprò il castello ad un prezzo esagerato poichè da sempre aveva il desiderio di possederne uno. Ma quando andò a visitare la sua nuova casa scoprì che era infestata da mostri! Fu fortunato ad uscirne vivo. Ha così assoldato una compagnia di avventurieri (i personaggi giocanti) per e liminare i mostri dal suo castello, così da poterne entrare in pieno possesso.

L'avventura ha inizio con il gruppo di fronte alle doppie porte che danno accesso al castello. Le porte non sono chiuse a chiave e si aprono facilmente ...

"Un ampio corridoio largo 6 metri e lungo 12 si para innanzi a voi. Circa a metà del corridoio, su ambo i lati, vi sono due porte di robusto legno con fasce di ferro. Al termine Il corridoio presenta svolte sia a destra che a sinistra..."

Cosa decidi di fare?
scelgo, potendo di aprire la seconda porta sulla sinistra
 
Ultima modifica:

Entallion

Lettore
"Muovi i primi cauti passi sulle piastrelle della rocca. Lo stai facendo per davvero. La tua carriera di avventuriera è reale.
Senti il cuore tambureggiare all'interno del petto, il respiro è corto mentre l'adrenalina sale alle stelle. Ti muovi cauta e una volta varcato l'ingresso noti che il terreno è polveroso. Piccole impronte di piedi corrono in tutte le direzioni, ivi compresa la porta alla tua destra.
Ti avvicini e fai per aprirla quando senti un bisbiglio sommesso filtrare dall'interno.
Distingui almeno 3 voci distinte che parlano una lingua che non capisci, ma che sai appartenere ai goblin... le piccole e disgustose creature verdi che tanti problemi hanno creato nei dintorni di recente"


La porta è leggermente socchiusa, ma non tanto da permetterti di vedere all'interno. La luce proveniente dalle finestre della stanza ti permette di scorgere dei sacchi di tela buttati sul pavimento poco dentro la stanza.
La porta si apre verso l'interno.

Decidi di aprire lo stesso la porta e entrare? Ricorda che l'unico limite è la tua fantasia, e puoi fare quello che vuoi. Pensa come se ti trovassi li.
 

Elisa75💋

Lettore Importante
"Muovi i primi cauti passi sulle piastrelle della rocca. Lo stai facendo per davvero. La tua carriera di avventuriera è reale.
Senti il cuore tambureggiare all'interno del petto, il respiro è corto mentre l'adrenalina sale alle stelle. Ti muovi cauta e una volta varcato l'ingresso noti che il terreno è polveroso. Piccole impronte di piedi corrono in tutte le direzioni, ivi compresa la porta alla tua destra.
Ti avvicini e fai per aprirla quando senti un bisbiglio sommesso filtrare dall'interno.
Distingui almeno 3 voci distinte che parlano una lingua che non capisci, ma che sai appartenere ai goblin... le piccole e disgustose creature verdi che tanti problemi hanno creato nei dintorni di recente"


La porta è leggermente socchiusa, ma non tanto da permetterti di vedere all'interno. La luce proveniente dalle finestre della stanza ti permette di scorgere dei sacchi di tela buttati sul pavimento poco dentro la stanza.
La porta si apre verso l'interno.

Decidi di aprire lo stesso la porta e entrare? Ricorda che l'unico limite è la tua fantasia, e puoi fare quello che vuoi. Pensa come se ti trovassi li.
Ok.
Decido di raggiungere la fine del corridoio, in quanto i goblin si sn esseri disgustosi e rumorosi ma nn sn il mio obiettivo e con le loro grida mi farebbero solo scoprire.
Indi scivolo silenziosamente lungo la parete con i sensi all erta.
 

pepebianco

Lettore
Ciao, poiché voi siete gli esperti in materia, vorrei chiedervi se potete consigliarmi un libro o al massimo una trilogia fantasy (che abbia una fine, non mi piacciono le cose in sospeso), tenendo conto che gli unici romanzi fantasy che ho letto sono Harry Potter, Il castello errante di Howl e il Gatto Maurice.
Grazie in anticipo

Ps: gli ebook devono essere nel sito.
 

mary luise

Lettore
Ciao, poiché voi siete gli esperti in materia, vorrei chiedervi se potete consigliarmi un libro o al massimo una trilogia fantasy (che abbia una fine, non mi piacciono le cose in sospeso), tenendo conto che gli unici romanzi fantasy che ho letto sono Harry Potter, Il castello errante di Howl e il Gatto Maurice.
Grazie in anticipo

Ps: gli ebook devono essere nel sito.


cosa ne diresti di shadowhunter? li trovi tutti nel sito, sono di cassandra clare
se vuoi solo una trilogia inizia con: le origini... (l'angelo, il principe, la principessa) poi se lo trovi interessante ce ne sono tantissimi... ma io ti consiglio di iniziare da questi 3 che sono proprio i primi... :giggle:
 

pepebianco

Lettore
cosa ne diresti di shadowhunter? li trovi tutti nel sito, sono di cassandra clare
se vuoi solo una trilogia inizia con: le origini... (l'angelo, il principe, la principessa) poi se lo trovi interessante ce ne sono tantissimi... ma io ti consiglio di iniziare da questi 3 che sono proprio i primi... :giggle:
Grazie, ma ho già letto la città di ossa. È una saga lunghisssssima, circa 10 volumi.
Sto cercando qualcosa di breve, massimo una trilogia e un fantasy puro, non Young adult o urban fantasy.
Comunque grazie di avermi risposto!
 

mary luise

Lettore
Grazie, ma ho già letto la città di ossa. È una saga lunghisssssima, circa 10 volumi.
Sto cercando qualcosa di breve, massimo una trilogia e un fantasy puro, non Young adult o urban fantasy.
Comunque grazie di avermi risposto!

di nulla, ma guarda che le origini è la prima saga ed è solo di tre volumi... poi tutte le altre (che sono lunghissime) parlano di altri personaggi... ti consiglio vivamente di leggerla, vedrai che non resterai delusa...
 

MonicaSo

Lettore
Dungeons & Dragons.
Si tratta di un gioco di ruolo. Servono i manuali del gioco (3 libri), dei fogli di carta per rappresentare le statistiche vitali dei personaggi e dei dadi a varie facce (4, 6, 8, 10, 12, 20) per determinare l'esito delle azioni intraprese.
C'è un master (che nel mio gruppo sono io) che narra la storia. Nel mio caso le avventure le scrivo io. Poi ci sono i giocatori, che impersonano maghi, elfi, ladri, hobbit, nani, ranger e chi più ne ha più ne metta.
In breve è come leggere un libro, solo che fai parte della storia e la crei mentre giochi.

You do not have permission to view link Accedi o registrati ora.
trovi la prima sessione di una campagna. Rende bene l'idea. Se volete più informazioni, aprirò un topic apposito.
Sbaglio o i libri del ciclo "Dragonlance" sono nati così?
Io li ho adorati!... e con loro mi sono avvicinata al fantasy... riletto Tolkien (che avevo letto a scuola, e quindi disprezzato) e voilà... la passione è nata...
Caramon, Raistlin, Tanis Mezzelfo, Laurana, Goldmoon... che bei ricordi... avessi più tempo rileggerei da capo tutti i cicli... ora ci ragiono
 

Elisa75💋

Lettore Importante
Sbaglio o i libri del ciclo "Dragonlance" sono nati così?
Io li ho adorati!... e con loro mi sono avvicinata al fantasy... riletto Tolkien (che avevo letto a scuola, e quindi disprezzato) e voilà... la passione è nata...
Caramon, Raistlin, Tanis Mezzelfo, Laurana, Goldmoon... che bei ricordi... avessi più tempo rileggerei da capo tutti i cicli... ora ci ragiono
Il top. Nn stancano mai. Quando li rileggo trovo sempre qualche altro particolare o finezza dell autore che prima mi era sfuggito[/QUOTE]
 
Ultima modifica:

Entallion

Lettore
Sbaglio o i libri del ciclo "Dragonlance" sono nati così?
Io li ho adorati!... e con loro mi sono avvicinata al fantasy... riletto Tolkien (che avevo letto a scuola, e quindi disprezzato) e voilà... la passione è nata...
Caramon, Raistlin, Tanis Mezzelfo, Laurana, Goldmoon... che bei ricordi... avessi più tempo rileggerei da capo tutti i cicli... ora ci ragiono
Proprio così!
La leggenda vuole che i primi due cicli di Dragonlance (che poi sono gli unici davvero meritevoli di lettura) siano nati come sessioni di gioco successivamente romanzate.
Io li ho appena finiti di rileggere :)
 

Entallion

Lettore
Ciclo dei Robot - Fantascienza - Isaac Asimov - 4 volumi

Libro I: Abissi d'acciaio (The Caves of Steel, 1954, 259pp.)
New York è irriconoscibile: niente più torri e grattacieli, ma un’immensa metropoli ’coperta’ che non viene mai a contatto con l’aria, dove milioni di uomini e donne brulicano come formiche su strade mobili. Dove, soprattutto, i robot stanno soffiando i posti di lavoro agli uomini a un ritmo sempre più preoccupante. E alle porte di New York si stende come una sfida Spacetown, la città degli Spaziali dove tutto è lusso e ariosità , superbia e ostentazione. C’è da meravigliarsi che uno dei tanti terrestri scontenti ammazzi uno Spaziale, e che il caso rischi di diventare un incidente interplanetario? Per risolverlo bisogna ricorrere al miglior poliziotto della City, Lije Baley, e affidargli come compagno il miglior poliziotto di Spacetown, R. Daneel Olivaw. Il guaio è che quella ’R’, significa robot: sta per cominciare una sfida implacabile tra l’intelligenza umana e quella artificiale per risolvere l’omicidio più esplosivo che la Terra ricordi; e, per il lettore, una delle letture più appassionanti nel campo della fantascienza pura.

Libro II: Il sole nudo (The Naked Sun, 1957, 242pp.)
Dopo "Abissi d'acciaio", nel "Sole nudo" tornano il detective "umano" Lije Baley e quello "positronico" R. Daneel Olivaw, una delle coppie di investigatori più riuscite della narrativa fantascientifica. Questa volta essi sono alle prese con il primo delitto mai avvenuto sul pianeta Solaria, un mondo considerato perfetto dove convivono uomini e robot. Il terribile dubbio è che l'assassino possa non essere un uomo di carne e sangue ma di metallo... Un giallo d'azione del futuro, l'indimenticabile descrizione di un'utopia "con omicidio".

Libro III: I robot dell'alba (The Robots of Dawn, 1983, 484pp.)
Con I robot dell'alba, un'altra pietra miliare della sterminata saga spaziale che vede uomini e robot uniti per la conquista della Galassia, si conclude la trilogia robotica di Isaac Asimov, di cui sono già usciti i primi due capitoli, Abissi d'acciaio e Il sole nudo. "I tre romanzi, infatti - come ricorda Giuseppe Lippi nell'introduzione - non solo sono legati da uno sfondo tematico comune, ma anche dalla presenza di una memorabile coppia di protagonisti, quei Lije Baley e R. Olivaw che sono diventati tra i più famosi personaggi della fantascienza americana". Baley, questa volta, sul pianeta Aurora, conosciuto anche come il Mondo dell'Alba, dovrà cercare di svelare la trama che ha portato a un crimine di tipo insolito: la 'morte' di un robot. Ma dietro la risposta che Baley potrà trovare si celano un enigma e un'opportunità ancora più grandi: chi dovrà colonizzare l'Universo, l'Umanità o le macchine simili all'uomo, i robot?

Libro IV: I robot e l'Impero (Robots and Empire - 1985, 406pp.)
Duecento anni sono trascorsi dalla morte di Elijah Baley l'eroe del ciclo dei robot. La Galassia è giunta ad una svolta cruciale. Gli Spaziali, sui loro 50 mondi, sono ancora i dominatori, ma in chiara fase di declino. I Terrestri, repressi così a lungo dagli Spaziali (a loro volta discendenti dei Terrestri) si sono riversati impetuosamente all'esterno della progione del loro pianeta e stanno rapidamente colonizzando la Galassia. Ma un antico nemico non si è ancora rassegnato: il dottor Kelden Amadiro, coadiuvato dal brillante giovane roboticista Levular Mandamus, ha finalmente trovato un mezzo spaventoso per distruggere la Terra. A sbarrargli il passo, in questo magistrale romanzo che costituisce l'anello di congiunzione tra il ciclo robotico e quello dell'impero, Lady Gladia ed i suoi due robot Daneel Olivaw e Giskard Reventlov, ormai giunti alle soglie dei poteri misteriosi ed inquietanti.

Ci sarebbe anche un quinto volume, che secondo diversi critici sarebbe il primo di questo ciclo. Personalmente concordo con questa classificazione, per cui Tutti i miei robot dovrebbe essere il volume n. 1. Tuttavia quasi ovunque si identificano come ciclo dei robot "solo" i quattro volumi precedenti.

Tutti i miei robot (The Complete Robot - 1982, 574pp.)
I protagonisti di questi memorabili racconti non sono umani ma assomigliano all'uomo sotto molti aspetti. E anche dove sono più diversi, un tratto improvviso, un'"espressione" o un balenare d'acciaio fanno sorgere inquietanti interrogativi su dove finisca il meccanico e cominci il vivente. Perché i robot di Asimov sono vivi, efficenti e imprevedibili, com'è nella trdizione della migliore fantascienza moderna. Pubblicati per la prima volta in rare ed oggi inaccessibili riviste specializzate , questi capolavori hanno conosciuto un'immensa fortuna in tutto il mondo allorché sono stati ristampati in volume. Oggi il loro autore ha pensato di raccoglierli tutti e di regalare al pubblico un'antologia delle antologie, che in una mirabile visione d'insieme (e in una pratica divisione tematica) racchiuda per la prima volta l'universo fantastico di Isaac Asimov.

Le mie impressioni:
C'è pochissimo da dire. Lo stile di Asimov è godibilissimo e attuale anche oggi. Le sue intuizioni (cervelli positronici, le leggi della robotica giusto per citarne un paio) hanno dato un'impronta indelebile alla fantascienza, declinata in tutte le sue forme. Il "Buon Dottore" conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, quanto la sua visione del futuro non fosse poi così dissimile da quello che poi si è realizzato, o viceversa, quanto sia stato ripreso dalle sue idee e trasposto nella quotidianità di oggi.
Il mix tra giallo, noir e fantascienza è azzeccatissimo. La scrittura "asciutta" coinvolge il lettore grazie al ritmo incalzante. I finali dei romanzi sono azzeccatissimi.

Voto: 9.5
 
Ultima modifica:

DrGi

Lettore
Tutti i miei robot dovrebbe essere il volume n. 1. Tuttavia quasi ovunque si identificano come ciclo dei robot "solo" i quattro volumi precedenti.
Concordo con te e, in aggiunta, direi anche che il ciclo dei robot andrebbe letto prima del ciclo della Fondazione dato che, da un lato la cronologia lo pone molto prima tanto che il suo quarto (quinto?) libro è Il trait d'union del ciclo con quello della Fondazione e, dall'altro, è da qui che si presenta sulla sena del futuro immaginato da Asimov il personaggio di R. Daneel Olivaw che inizia e, senza spoilerare, chiude la storia.
Ciao!
 

Entallion

Lettore
Ciclo dell'Impero - Fantascienza - Isaac Asimov - 3 volumi

Questo è l'ultimo ciclo del Buon Dottore. Conosciuto anche come "I robot e l'Impero", è ambientato nello stesso universo della Fondazione e forma, con i cicli precedenti, un unico corpus letterario. Ovviamente non è necessario conoscere tutta l'opera per gustarsi la lettura dei libri, ma, se si sono letti i romanzi precedenti, si trovano moltissimi rimandi a luoghi, personaggi ed avvenimenti che il lettore non potrà non notare, aumentando di molto la soddisfazione della lettura.
Sull'ordine cronologico con cui affrontare quest'ultima saga vi sono parecchi contrasti, e io, per tagliare la testa al toro (di nuovo povero toro!) ho applicato l'ordine dettato dallo stesso Asimov.

Libro I: Le correnti dello spazio (The Currents of Space, 1952, 183pp.)
Ormai da secoli il pianeta Florida è dominato, con inaudita ferocia, dai crudeli Signori del Sark, bramosi di accaparrarsi il possesso del Kyrt, una delle sostanze più preziose dell'intera Galassia. Improvvisamente però il potere dei Signori viene messo in pericolo. Uno scienziato terrestre, un analista dello spazio stellare, ha scoperto che un cataclisma di natura planetaria sta per colpire Florida. Terrorizzati dall'idea che la spaventosa minaccia possa interferire nella produzione del Kyrt, i Signori tentano di catturare lo scienziato per privarlo della memoria, ma l'intervento di misteriosi emissari di una potenza straniera farà fallire il loro piano. Unendo il fascino di una straordinaria ipotesi scientifica alla grandiosità dei suoi affreschi spaziali, Asimov ha realizzato, con questo romanzo, uno dei più interessanti capitolo dell'epica saga dell'Impero Galattico.

Libro II: Il tiranno dei mondi (The Stars, Like Dust, 1951, 226pp.)
Biron Farrill è un giovane come ce ne sono tanti, ma il suo destino è diverso: coinvolto in una serie di eclatanti avventure che hanno come scacchiera la galassia, dovrà rendersi conto che si sta giocando una partita da cui dipendono le sorti del cosmo. Chi sono i dominatori del pianeta Tyrann? Che cosa vuole il commissario Aratap? Quale mistero si nasconde dietro la nebulosa della Testa di Cavallo? Il Tiranno dei mondi precede il ciclo della Fondazione e ne costituisce la logica e appassionante premessa.

Libro III: Paria dei cieli (Pebble in the Sky, 1950, 256pp.)
La Terra nell'anno 827 dell'Era Galattica: un mondo di diseredati, anzi di paria. Devastata dalle radiazioni ma abitata da una razza ostinata e indomita, l'antica culla dell'umanità sta per trasformarsi in un campo di battaglia. Le forze in gioco: l'alta gerarchia terrestre, decisa a congiurare contro il potere imperiale per restituire alla terra le antiche glorie; l'immenso Impero galattico, forte di duecento milioni di pianeti e che nessuno può sconfiggere; un pugno di terrestri leali all'impero, un archeologo, un'arma segreta e soprattutto Schwartz, l'uomo venuto dal passato. Saranno queste le pedine che, su un'immensa scacchiera, decideranno le sorti dell'umanità in un intreccio tipico del miglior Asimov. Una vicenda ambientata nell'universo delle Fondazioni, ma prima del crollo dell'Impero e quando Trantor governava al massimo dello splendore su tutto l'universo conosciuto.

Le mie impressioni:
Anche qui non c'è molto da dire. L'investigazione prettamente di stampo poliziesco del ciclo dei robot lascia spazio alla fantapolitica.
Anche in questo ciclo vi sono moltissime anticipazioni, anche a livello umanistico, di come poi si evolverà la nostra società (ricordo che i romanzi sono stati scritti nei primissimi anni '50).
Meno leggeri del ciclo precedente, la saga dell'impero galattico necessita di una lettura più attenta e "lenta" per essere apprezzata fino in fondo.

Voto: 9.

Con la prossima saga si torna al fantasy, e più precisamente tratterò "le cronache del corvo" di James Barclay.

Che ne dite se come primo post del thread si fissa un elenco con le saghe trattate ed eventualmente il link alle stesse? Così si avrà sempre sott'occhio quanto pubblicato.
 

DrGi

Lettore
Che ne dite se come primo post del thread si fissa un elenco con le saghe trattate ed eventualmente il link alle stesse? Così si avrà sempre sott'occhio quanto pubblicato.
Direi che si tratta di un'ottima idea ... forse l'unica in grado di rendere questo post fruibile anche per il futuro.
Se infatti, per ora, non crea grosso imbarazzo il dover sfogliare le sole otto pagine da cui è composto, man mano che si progredisse con l'inserimento di nuove saghe diventerebbe sempre più difficile trovare ciò che si cerca. Per assurdo il post potrebbe così diventare sempre meno utile man mano che si sviluppa e se ne implementano i contenuti.

Se posso permettermi suggerirei di dividere anche l'elenco delle saghe per genere, così da semplificarne ulteriormente l'utilizzo.

Ciao!
 
Ultima modifica:

Ultimi messaggi

Statistiche forum

Discussioni
1,318
Messaggi
31,093
Utenti registrati
4,152
Ultimo utente registrato
vikysor
Top