Il buon soldato Sc'vèik di Jaroslav Hašek,

Marcovaldo

Nuovo lettore
#1
Ringrazio la squadra di libri.cc per avere trovato "Il buon soldato Sc'vèik" di Jaroslav Hašek, immagino, in seguito alla mia richiesta.
La curiosità per questo libro nasce in seguito a un mia visita di qualche anno fa a Praga, dove capitai al Sc'vèik Restaurant. Il locale, arredato come una trattoria (o osteria) dei primi decenni del secolo scorso, è dedicato al soldato Sc'vèik, il cui ritratto, come personaggio di un fumetto, appare su mobili, sedie e menù. Al muro i ritratti caricaturali di personaggi dell'epoca.
Mi ripromisi di approfondire, ma non lo feci.
Dopo un anno o due, ebbi a che fare con un muratore albanese, il cui viso mi ricordavava quel personaggio. Gli lo dissi e, con mia sorpresa, mi spiegò che il soldato Sc'vèik era un personaggio molto popolare anche nell' Albania comunista e che era un novecentesco "Bertoldo" saggio, ignorante e irriverente. Il film: da morire dal ridere, mi disse. Su YouTube se ne trovano spezzoni in lingua ceca (Fantozzi ha un sussulto). Per fortuna il muratore era persona spiritosa.
Ancora una volta, mi ripromisi di approfondire, ma non lo feci.
Ma ecco la congiunzione astrale: libri.cc ed un saggio che sto leggendo: "I sonnambuli. Come l'Europa arrivò alla Grande guerra" di Christopher Clark; piuttosto impegnativo, ma necessario per cercare di capire tante aspetti dell' Europa moderna.
Spero che la lettura parallela de "Il buon soldato Sc'vèik" di Jaroslav Hašek possa alleggerire il mattone senza farmi uscire dal cantiere.
Da Wikipedia apprendo che il libro è tradotto in moltissime lingue ed è una pietra miliare nella letteratura che si opponeva al militarismo fra le due guerre mondiali.
Leggendo la biografia di Jaroslav Hašek viene immediatamente in mente Giorgio Perozzi, il giornalista di Amici Miei, di Monicelli. Per dare un idea di che tipo fosse cito un episodio: nel 1909 venne nominato direttore del giornale Svět zvířat (Il mondo degli animali). Bersagliato da lettere di protesta, venne licenziato per aver pubblicato articoli assurdi su animali immaginari su cui aveva costruito uno stravagante bestiario.
Qualcuno ha già letto "Il buon soldato Sc'vèik"?
 
#2
Ringrazio la squadra di libri.cc per avere trovato "Il buon soldato Sc'vèik" di Jaroslav Hašek, immagino, in seguito alla mia richiesta.
La curiosità per questo libro nasce in seguito a un mia visita di qualche anno fa a Praga, dove capitai al Sc'vèik Restaurant. Il locale, arredato come una trattoria (o osteria) dei primi decenni del secolo scorso, è dedicato al soldato Sc'vèik, il cui ritratto, come personaggio di un fumetto, appare su mobili, sedie e menù. Al muro i ritratti caricaturali di personaggi dell'epoca.
Mi ripromisi di approfondire, ma non lo feci.
Dopo un anno o due, ebbi a che fare con un muratore albanese, il cui viso mi ricordavava quel personaggio. Gli lo dissi e, con mia sorpresa, mi spiegò che il soldato Sc'vèik era un personaggio molto popolare anche nell' Albania comunista e che era un novecentesco "Bertoldo" saggio, ignorante e irriverente. Il film: da morire dal ridere, mi disse. Su YouTube se ne trovano spezzoni in lingua ceca (Fantozzi ha un sussulto). Per fortuna il muratore era persona spiritosa.
Ancora una volta, mi ripromisi di approfondire, ma non lo feci.
Ma ecco la congiunzione astrale: libri.cc ed un saggio che sto leggendo: "I sonnambuli. Come l'Europa arrivò alla Grande guerra" di Christopher Clark; piuttosto impegnativo, ma necessario per cercare di capire tante aspetti dell' Europa moderna.
Spero che la lettura parallela de "Il buon soldato Sc'vèik" di Jaroslav Hašek possa alleggerire il mattone senza farmi uscire dal cantiere.
Da Wikipedia apprendo che il libro è tradotto in moltissime lingue ed è una pietra miliare nella letteratura che si opponeva al militarismo fra le due guerre mondiali.
Leggendo la biografia di Jaroslav Hašek viene immediatamente in mente Giorgio Perozzi, il giornalista di Amici Miei, di Monicelli. Per dare un idea di che tipo fosse cito un episodio: nel 1909 venne nominato direttore del giornale Svět zvířat (Il mondo degli animali). Bersagliato da lettere di protesta, venne licenziato per aver pubblicato articoli assurdi su animali immaginari su cui aveva costruito uno stravagante bestiario.
Qualcuno ha già letto "Il buon soldato Sc'vèik"?
No, l'ho scaricato in quanto, dopo aver letto qualcosa su Wikipedia mi ha incuriosita. Sto cercando di capire un po' quel periodo che va dal 1880 più o meno, alla guerra fredda. Non so quando lo leggerò, però lo farò sicuramente, grazie per aver condiviso con noi libro e pensiero in un modo semplice e convincente
 

Ultimi messaggi

Statistiche forum

Discussioni
896
Messaggi
4,775
Utenti registrati
3,114
Ultimo utente registrato
Arob
Top